Il rito della tisana

Tisane digestive

6 luglio 2015


“Il senso di gonfiore e pesantezza  dopo i pasti non ci abbandonano? Proviamo un rimedio naturale: una tisana all’ anice o alla menta, dal sapore rinfrescante e aromatizzato contribuiranno a liberarci da questi spiacevoli fastidi gastrointestinali e a farci ritrovare il buonumore.”

Tisana all’Anice. “Bevanda Antigonfiore”

tisana all'anice formaegusto

L’anice stellato è il frutto di una pianta di derivazione asiatica. Il suo nome deriva dalla forma; una stella a otto punte. Ha un sapore e un profumo molto intenso, che si avvicina vagamente a quello della liquirizia o della menta. In passato, l’olio essenziale dell’anice stellato veniva utilizzato come medicinale per curare diverse patologie. In campo erboristico viene usato per alleviare i disturbi legati all’apparato digerente come crampi addominali, nausea, indigestione e per alleviare il tanto odiato gonfiore addominale. Una piccola curiosità è il fatto che un buon infuso di anice stellato (2 frutti in 150 ml di acqua) stimola la produzione di latte durante l’allattamento. Ha un buon effetto antiossidante, aiutando a combattere lo stress ossidativo dovuto ai radicali liberi. L’effetto più conosciuto dell’anice è quello digestivo. Infatti, se assunto dopo i pasti, favorisce la digestione e rilassa i muscoli addominali con effetto carminativo e antispasmodico. Inoltre l’anice nell’antichità era considerato un potente afrodisiaco, capace di risvegliare gli ardori sessuali e combattere l’impotenza. La tisana all’anice stellato e semi di finocchio è un connubio perfetto per eliminare il tanto fastidioso senso di gonfiore che spesso ci affligge. Quest’ultimo può essere causato da diversi fattori come una cattiva alimentazione, stress, ciclo mestruale, intolleranze alimentari o specifiche patologie. A causarlo sono depositi di liquidi non espulsi dall’organismo (ritenzione idrica) e l’accumulo eccessivo di gas intestinali. Per risolvere il problema del gonfiore addominale, è necessario seguire per un lungo periodo una dieta a basso contenuto di carboidrati e ricca di fibre. Per completare la dieta, è bene preparare dopo il pasto serale questa tisana. Inoltre bisogna non abusarne perché dosi elevate di anice possono risultare tossiche.

Ingredienti: per 1 tisana

2-3 frutti di anice stellato

1 cucchiaino di semi di finocchio

miele o zucchero di canna integrale q.b.

Preparazione

1. Far bollire i semi di finocchio e l’anice stellato in un bollitore, con una tazza abbondante di acqua, per circa 7-8 min.

2. Lasciare riposare l’infuso per un paio di minuti prima della degustazione.

 

Tisana alla menta. “Bevanda aromatica”

Tisana menta francesca marino-marcello gaita-fabiola quaranta

Con il caldo estivo, concediamoci una tisana alla menta per rinfrescare la gola, mettere in moto a dovere stomaco e intestino e tonificare l’organismo;  ecco tutte le proprietà di un toccasana naturale. La tisana alla menta ha un gusto particolare, fresco e al tempo stesso delicato. Digestiva e dissetante, è adatta sia al periodo estivo, gustata fredda, che calda in inverno. La menta è utilizzata anche come tonico e stimolante contro l’affaticamento fisico e va ad agire positivamente sullo stomaco e sull’intestino. Si presta pertanto ad essere un utile rimedio nei casi di cattiva digestione, nausea, fastidi intestinali. La menta contribuisce anche ad eliminare gas e gonfiori. Questa tisana rappresenta un buon rimedio anche nei casi di raffreddore, sinusite, tosse, alitosi, mal di gola, diarrea e dolori mestruali. Della menta si possono utilizzare sia le foglie fresche che quelle secche, circa 300 grammi per un litro di acqua.

Preparazione 

Versare nell’ acqua bollente le foglie di menta e poi aspettare circa 5 minuti di infusione. Una volta trascorso tale tempo, è sufficiente filtrare il preparato e versare l’infuso nella tazza. Per dolcificare la bevanda si può usare qualche cucchiaino di miele o del succo di limone.

Articoli simili

Nessun commento

Rispondi