Senza categoria

IL MIELE

18 Dicembre 2019

Un vero e proprio farmaco naturale, che fa parte della storia dell’umanità già da molto tempo Un alimento straordinario, definito da sempre “cibo degli dei”, per le sue caratteristiche sensoriali, nutrizionali e gustative. Il miele, un vero e proprio farmaco naturale, che fa parte della storia dell’umanità già da molto tempo, e che nasce dalla cooperazione di api bottinatrici, operaie e ventilatrici, che raccolgono il nettare, lo depositano nelle arnie e lo lavorano fino a dar vita a quello che diventerà la loro scorta energetica per affrontare l’inverno. Ma quali sono le varietà più note e diffuse della Penisola? Dal classico miele “millefiori”, all’arancio, al limone, al castagno, all’ eucalipto, alla sulla, ed al fico d’india, ciascuna con preziose proprietà. Il miele millefiori è uno dei più comuni e diffusi per le sue innumerevoli caratteristiche benefiche, e per il suo elevato contenuto di minerali ed antiossidanti. Esercita un’azione disintossicante a favore del fegato e disinfettante delle vie urinarie. Il miele di sulla è utile contro l’ipertensione, vanta proprietà depurative e diuretiche grazie all’elevato contenuto di potassio. Indicato per contrastare tosse e mal di gola, si prende cura anche della nostra bellezza. Può essere utilizzato come maschera di detersione profonda della pelle del viso o come scrub per il corpo. Assieme al millefiori, è una delle varietà meno caloriche (304Kcal/ 100g di prodotto). Il miele di eucalyptus, dal colore leggermente ambrato, è un toccasana per i polmoni, per le vie urinarie e l’inI NUTRIZIONE testino. Consigliato in caso di infezioni alle vie respiratorie e per debellare bronchiti. Il miele di agrumi (arancio e limone), di colore chiaro e ricco di calcio e vitamine, vanta proprietà antispastiche ed è particolarmente consigliato in casi di stress, nervosismo, ansia ed insonnia. Il miele di castagno, di colore scuro e sapore amarostico, è indicato in casi di cattiva circolazione sanguigna, in casi di anemia ed astenia. Alleato di fegato e prostata. Il miele di fichi d’India ha un sapore amarostico e un profumo tenue, è rinfrescante, stimola la diuresi e regola l’intestino. La qualità del miele dipende non solo dall’attività delle api ma anche dalla sapiente capacità dell’apicoltore di estrarlo e conservarlo. Proprio per questo, un’ attenzione particolare va alla scelta del miele da acquistare preferendo sempre quello artigianale, biologico e grezzo a quello industriale. Sebbene non sia un alimento completo da un punto di vista nutrizionale, il miele, può essere considerato un valido integratore ed un ottimo dolcificante. Inoltre essendo costituito prevalentemente da zuccheri semplici, glucosio e fruttosio, risulta anche facilmente digeribile. Nutriente, buono e salutare il miele in casa non deve mai mancare. Le api, che includono circa 24000 specie, sono insetti fondamentali per il pianeta, e non solo per la produzione del miele, ma soprattutto per la loro capacità di impollinare. Senza il loro contributo perderemmo la gran parte delle specie vegetali, e quindi il cibo che mangiamo ogni giorno, con conseguenze catastrofiche sulle produzioni agricole e sull’economia mondiale. dicembre2019 I sala8scucina 1 19 I

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Idioms and phrases by theidioms.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: