Alimenti Carne

Lasciamoci andare ai piaceri della carne

30 Giugno 2020

Nessun alimento, né gruppo di alimenti, da solo, può fornire tutti i nutrienti necessari al nostro organismo, ecco perché una dieta varia è così importante. Le “diete del senza”, che ne escludono determinate categorie, risulteranno sempre carenti di qualcosa da un punto di vista nutrizionale. E’ molto in voga, tra questo tipo di regimi alimentari, un po’ per moda, un po’ per principi etici, escludere la carne dalla propria dieta. Sarebbe curioso capire secondo alcuni che differenza biologica effettiva ci sia tra un vitellino ed un merluzzo, per cui la carne del primo non sia giusto consumarla, mentre quella del secondo si. A livello biologico non c’è alcuna differenza. Anzi, considerando che anche gli organismi vegetali sono composti da cellule, e quindi considerati esseri viventi a tutti gli effetti, a questo punto potremmo allargare il discorso anche alla differenza etica che ci sia tra il mangiare un merluzzo e un’insalata. Non solo etica dietro la scelta di evitare di mangiare carne ma anche il semplice desiderio di migliorare la salute.  Al di là delle motivazioni, o delle considerazioni personali o scientifiche, come è noto che in una dieta sana sia importante ridurre l’uso del sale, degli zuccheri e dei grassi, è indubbio anche che la carne sia un alimento importante per fornire al nostro organismo proteine ad alto valore biologico. Ma cosa vuol dire “alto valore biologico”, e perchè sono tanto importanti? Le proteine sono macronutrienti che hanno funzioni specifiche, oltre a quella energetica. Una funzione plastica per le cellule dell’organismo, una protettiva perché sono costituenti degli anticorpi, una regolatrice in quanto  compongono enzimi ed ormoni, e una di trasporto di nutrienti ed altre sostanze nel sangue, oltre ad essere determinanti per la conduzione dell’impulso nervoso e la contrazione muscolare. Come è noto, questi importanti macronutrienti non sono solo presenti in alimenti di origine animale (carne, pesce, uova e latte e derivati), ma anche in quelli di origine vegetale, come i cerali, legumi e semi. Le proteine sono costituite da dei “mattoncini”, come fossero perle di una collana, chiamati amminoacidi. Quelli essenziali vengono chiamati così perché devono essere introdotti con la dieta, quelli non essenziali, invece, riescono ad essere prodotti (sintetizzati) dall’organismo stesso. In base al tipo di amminoacidi presenti, le proteine possono essere ad alto valore biologico, come quelle di origine animale, e quindi complete di tutti gli amminoacidi essenziali, oppure a basso valore biologico, come quelle di origine vegetale, che forniscono quantità insufficienti  di amminoacidi essenziali. Il consumo della carne nelle giuste quantità è importante soprattutto nell’età pediatrica per un corretto sviluppo fisico, e nella vecchiaia per ridurre i fenomeni della senescenza. Nella maturità la scelta di essere vegetariani o vegani non espone a rischi ed è compatibile con un buono stato di salute, sempre che si tenga conto dei possibili rischi, come la carenza di ferro. Ma perché privarsi di carne o latticini se, mangiando il giusto ed in maniera equilibrata, è possibile restare sani senza rinunce?

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Idioms and phrases by theidioms.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: