Browsing Category

Carne

Alimenti Carne

Lasciamoci andare ai piaceri della carne

30 Giugno 2020

Nessun alimento, né gruppo di alimenti, da solo, può fornire tutti i nutrienti necessari al nostro organismo, ecco perché una dieta varia è così importante. Le “diete del senza”, che ne escludono determinate categorie, risulteranno sempre carenti di qualcosa da un punto di vista nutrizionale. E’ molto in voga, tra questo tipo di regimi alimentari, un po’ per moda, un po’ per principi etici, escludere la carne dalla propria dieta. Sarebbe curioso capire secondo alcuni che differenza biologica effettiva ci sia tra un vitellino ed un merluzzo, per cui la carne del primo non sia giusto consumarla, mentre quella del secondo si. A livello biologico non c’è alcuna differenza. Anzi, considerando che anche gli organismi vegetali sono composti da cellule, e quindi considerati esseri viventi a tutti gli effetti, a questo punto potremmo allargare il discorso anche alla differenza etica che ci sia tra il mangiare un merluzzo e un’insalata. Non solo etica dietro la scelta di evitare di mangiare carne ma anche il semplice desiderio di migliorare la salute.  Al di là delle motivazioni, o delle considerazioni personali o scientifiche, come è noto che in una dieta sana sia importante ridurre l’uso del sale, degli zuccheri e dei grassi, è indubbio anche che la carne sia un alimento importante per fornire al nostro organismo proteine ad alto valore biologico. Ma cosa vuol dire “alto valore biologico”, e perchè sono tanto importanti? Le proteine sono macronutrienti che hanno funzioni specifiche, oltre a quella energetica. Una funzione plastica per le cellule dell’organismo, una protettiva perché sono costituenti degli anticorpi, una regolatrice in quanto  compongono enzimi ed ormoni, e una di trasporto di nutrienti ed altre sostanze nel sangue, oltre ad essere determinanti per la conduzione dell’impulso nervoso e la contrazione muscolare. Come è noto, questi importanti macronutrienti non sono solo presenti in alimenti di origine animale (carne, pesce, uova e latte e derivati), ma anche in quelli di origine vegetale, come i cerali, legumi e semi. Le proteine sono costituite da dei “mattoncini”, come fossero perle di una collana, chiamati amminoacidi. Quelli essenziali vengono chiamati così perché devono essere introdotti con la dieta, quelli non essenziali, invece, riescono ad essere prodotti (sintetizzati) dall’organismo stesso. In base al tipo di amminoacidi presenti, le proteine possono essere ad alto valore biologico, come quelle di origine animale, e quindi complete di tutti gli amminoacidi essenziali, oppure a basso valore biologico, come quelle di origine vegetale, che forniscono quantità insufficienti  di amminoacidi essenziali. Il consumo della carne nelle giuste quantità è importante soprattutto nell’età pediatrica per un corretto sviluppo fisico, e nella vecchiaia per ridurre i fenomeni della senescenza. Nella maturità la scelta di essere vegetariani o vegani non espone a rischi ed è compatibile con un buono stato di salute, sempre che si tenga conto dei possibili rischi, come la carenza di ferro. Ma perché privarsi di carne o latticini se, mangiando il giusto ed in maniera equilibrata, è possibile restare sani senza rinunce?

Alimenti Carne Curiosità e Consigli Derivati

Tutti i nutrienti nella giusta quantità

5 Febbraio 2019

La perenne ricerca della dieta perfetta, quella capace di far mangiare bene senza ingrassare, diventa ossessiva nei primi mesi dell’anno, ricchi di buoni propositi come vivere in maniera sana, cercando di apparire anche più giovani e belli. E’ da questa esigenza che nascono svariate proposte di stili alimentari nuovi, spesso del tutto arbitrari, con l’obiettivo di raggiungere un benessere fisico e mentale per migliorare la qualità della vita. E’ interessante osservare la capacità degli essere umani, anche da un punto di vista alimentare, di adattarsi al luogo in cui vivono sfruttando i cibi offerti dai diversi ambienti naturali. Su questa idea, hanno preso vita tante tipologie di diete: la giapponese, la mediterranea, la ancestrale, la inuit. Nomi diversi, eppure aventi tutte in comune principi analoghi, primo fra tutti il consumo di una gamma equilibrata e varia di alimenti, a dimostrare il fatto che, a prescindere dal paese di provenienza, dai cibi che lo caratterizzano, dalle tipologie di cucine e tradizioni gastronomiche locali, si è arrivati pressochè alle stesse considerazioni generali in materia di buona alimentazione, in tutto il mondo.

La dieta perfetta, quindi, prevede un’abbondanza di alimenti di origine vegetale e il consumo occasionale di carne. E’ ricca di acidi grassi omega 3, presenti soprattutto in alcuni tipi di pesce, e antiossidanti. Da questi principi di base, a seconda delle disponibilità del territorio che si considera, si definiscono poi quelle che sono le caratteristiche peculiari di ciascuna proposta: consumo o meno di cereali, olii, cibi latto-fermentati, erbe medicinali ed aromatiche.

Il “segreto” di uno stile alimentare giusto, più che perfetto, è una dieta diversificata in cui non venga escluso nessun gruppo di nutrienti. Ciascun territorio ha delle risorse e produce dei “frutti”, ed in un certo senso è come se già selezionasse i cibi per introdurli nelle abitudini alimentari di coloro che lo abitano. E’ la natura che, in modo perfetto e ordinato, predispone già tutto: il ruolo dell’essere umano è leggerla, interpretarla, e applicarne i suggerimenti. E così non solo in campo alimentare, ma un pò per tutto. Assumere una buona varietà di cibi nutrienti e di stagione, magari selezionati naturalmente dal nostro territorio di provenienza, garantisce benefici alla salute, riducendo l’incidenza di una serie di malattie.  Le modalità di reperimento, trattamento e conservazione della materia prima, e l’uso errato di condimenti, conservanti e sostanze chimiche, determinano l’insorgere di fattori di rischio per la salute, già provata da stress, tensioni e danni prodotti da un ambiente sempre più aggressivo.  La buona alimentazione è un nostro diritto perché è la base per una vita sana, per questo il primo comandamento quando si decide di mettersi a dieta, è rivolgersi sempre ad uno specialista. Non uno sciamano che promette miracoli o che segue diete estreme, ma un nutrizionista che vi dia la giusta dieta equilibrata in cui ci siano tutti i nutrienti nella giusta quantità. Che poi è il segreto per vivere meglio, oltre che per mangiare e stare bene.

Carne

Cibo del futuro? gli insetti!

28 Giugno 2016

Perchè si inorridisce davanti ad un piatto di cavallette, bruchi, o larve di coleotteri ed imenotteri? Tutti gli insetti e i vermi sono commestibili? Queste alcune delle domande a cui si è cercato di dare una risposta durante il Congresso Nazionale Italiano di Entomologia tenutosi a Padova. Ci sono dei validi motivi per supporre che gli insetti siano stati il primo cibo dei nostri più antichi antenati. Anche nella Bibbia, oltre al miele selvatico, si narra di locuste e cavallette come alimento. Storicamente e geograficamente, sono tante le popolazioni che reputano i cibi “alternativi” parte integrante della loro dieta e stile di vita. Non solo America del sud ma Cina, Thailandia, Cambogia, Giappone, Africa, Messico e… anche Europa!

Continue Reading

Alimenti Carne

Le carni bianche. Si o no?

14 Novembre 2015

Protagonista di una dieta sana ed equilibrata perchè ricca di proteine nobili, amminoacidi ramificati, vitamine (soprattutto le appartenenti al gruppo B) e ferro, la carne bianca potrebbe aiutarci a ridurre la quantità di grassi saturi presenti nella nostra alimentazione. Ma quali sono le più magre? che caratteristiche  nutritive hanno?

Continue Reading

Alimenti Carne Curiosità e Consigli

Questa è una grande carne… e non è una bufala!

11 Settembre 2015

Dieta vegana, vegetariana, fruttariana, tutto fuorchè non si preveda l’impiego di carne: questa la moda alimentare degli ultimi anni. Perchè? Sicuramente l’attenzione all’ambiente è una delle cause della demonizzazione del consumo di questo alimento, anche a causa del fatto che l’energia necessaria per produrla è maggiore di quella impiegata per la produzione dei cibi di origine vegetale. Ma la motivazione principale è evidentemente legata ai metodi di allevamento intensivo e di trasformazione industriale che, mirando alla massima quantità di prodotto al minimo costo, risultano crudeli per gli animali e spesso dannosi per la salute umana favorendo l’insorgere di malattie cardiache e cancro.

Mangiare carne ha costi elevati non soltanto da un punto di vista economico ma anche ecologico e in termini di salute.

Continue Reading

Idioms and phrases by theidioms.com